Homepage   |   Mappa del sito   |   Contatti  

Processo di disinfezione con l’elettrolisi del sale

La piscina ad acqua salata funziona grazie al processo dell’elettrolisi, che separa il sale (NaCl) in sodio (Na) e Cloro (Cl), i quali trovandosi in acqua consentono la formazione dell’ipoclorito di sodio: questo disinfettante svolge la sua funzione ossidante e igienizzante prima di trasformarsi nuovamente in sale, pertanto il consumo di sale, a parte i reintegri di acqua in vasca, è praticamente nullo.

Schema funzionale di piscina ad acqua salata
Descrizione dello schema

Vediamo in questo disegno, il quantitativo di sale da versare per ogni litro,  il flussostato che serve a rilevare eventuali malfunzionamenti, la cellula collegata direttamente alla centralina dell’elettrolizzatore, più gli atri componenti come filtro e pompa che ben conosciamo.

Alcune informazioni sulla piscina a sale

Vengono elencate alcune tra le più frequenti domande, ovvero le FAQ (Frequently Asked Questions), sul funzionamento della piscina ad acqua salata, come che genere di sale occorre, quanto costa il sale, se bisogna usare l’alghicida e il flocculante, come si misura la salinità, quanta elettricità consuma l’elettrolizzatore, se è possibile trasformare una vecchia piscina in piscina ad acqua salata, quanto costa installare il cloratore a sale e così via.

Che genere di sale occorre?

Il comune sale da cucina, ovvero il cloruro di sodio.

Dove si può acquistare il sale in grandi confezioni?

Molti rivenditori di accessori per piscine si tanno organizzando alla vendita di sale in sacchetti da 20 o 30 kg. È possibile comunque acquistarlo anche nei consorzi di prodotti per l’agricoltura.

Costa molto il sale?

No! il cloruro di sodio consta veramente poco ed è reperibile praticamente ovunque.

Devo usare gli altri prodotti come flocculante e alghicida?

Il cloratore a sale produce cloro, ma non certo il flocculante. L’alghicida però non va usato, in quanto il rame di cui è formato può danneggiare gli elettrodi. Ricordiamo inoltre che il migliore alghicida è il cloro. Dunque si per il flocculante, per il pH meno ecc. ma no per l'alghicida.

Come faccio a misurare la quantità di sale in piscina?

Si può usare un tester di salinità, ma non sono molto precisi. Meglio acquistare un elettrolizzatore con sensore di accesso o difetto di sale.

Consuma molta elettricità il cloratore a sale?

No! il consumo è circa quello di una lampadina di media potenza.

Il sale sciolto in acqua può dare qualche problema?

Nessun problema! ne ai componenti della piscina, ne ai bagnanti. Anzi per i bagnanti ci sono dei benefici: l’acqua leggermente salina, 4 gr per litro contro i 35 gr per litro dell’acqua di mare, è più piacevole e inoltre non dovendo più usare i classici prodotti come tricloro e dicloro, non sarà più presente l’isocianuro, un stabilizzante presente nei prodotti clorati, causa di alcuni inconvenienti e peraltro in certe concentrazioni tossico.

É possibile installare un cloratore a sale nella mia vecchia piscina, trasformandola in piscina ad acqua salata?

Si! tutte le comuni piscine disinfettate con i classici prodotti come dicloro o tricloro, possono essere trasformate in piscine ad acqua salta. Basta montare un cloratore a sale.

Costa molto installare un cloratore a sale?

No! non consta molto e comunque la spesa in parte è proporzionata alla dimensione della piscina: più è grande e più deve essere potente l’elettrolizzatore. Si rimanda comunque alla pagina listino cloratori a sale, per farsi un’idea dei costi più e meno potenti e più e meno accessoriati.

Se volete saperne di più su questo innovativo sistema di disinfezione della piscina, non esitate a contattare il sig. Roberto al 320 32.89.415 

Principali pagine dell'area PISCINA AD ACQUA SALATA

  Piscina ad acqua salata   |   FAQ piscina ad acqua salata   |   Listino cloratori a sale   |   Schema instalazione cloratore a sale
  Funzionamento della piscina ad acqua salata   |   Parametri dell'acqua per la piscina ad acqua salata

2009 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Valid XHTML 1.0 / CSS